Home » Manifestazioni » Salento Acquari 2006 » Reportage Salento Acquari 21-25 Aprile 2006

Reportage Salento Acquari 21-25 Aprile 2006

sa20061

Anche quest’ anno “Salento Acquari” si e’ confermata una delle piu’ vissute manifestazioni acquariofile d’Italia e non solo. E’ sufficiente vedere il numero di visitatori per capire il grande successo ottenuto e che aumenta di anno in anno. Ebbene si, quest’ anno abbiamo registrato circa 30.000 presenze, molte delle quali erano rappresentate dai tanti alunni delle numerose scolaresche di ogni ordine e grado venute anche da fuori regione .

Quella del 2006 e’ stata la sesta edizione.  La prima edizione organizzata 6 anni fa consisteva solo in una piccola mostra con pochi acquari e dopo solo 6 anni, a dimostrazione del duro e impeccabile lavoro di tutto il GAS, siamo riusciti a trasformarla nel grande evento acquariofilo italiano che tutti ormai conoscono.

SalentoAcquari si e’ tenuta dal 21 al 25 Aprile presso il Castello Carlo V di Lecce.

Inizio subito col far vedere alcune foto fatte nei giorni dell’allestimento:

Quest’ anno SalentoAcquari  aveva intenzione di ospitare 2 importanti eventi. Il primo era il Campionato Italiano di Show Guppy e organizzato in collaborazione con l’AIG (Associazione Italiana Guppy); il secondo evento era invece una mostra sulla Biodiversità Salentina organizzata da un gruppo di studenti dell’Università’ di Lecce in collaborazione con alcuni musei della Provincia di Lecce. In più, i soci del GAS hanno allestito una simpatica mostra sui pesci pagliaccio di nome: “NEMO E LA SUA FAMIGLIA”, che hanno attirato soprattutto l’attenzione dei molti bambini in visita alla mostra.

Purtroppo, pero’, qualcosa e’ andata storta e il Campionato di Show Guppy e’ stato annullato a causa di ingenti perdite di pesci iscritti al concorso. Nonostante i tanti sforzi da parte del GAS e dell’AIG, le cause per le quali i pesci morivano ancora non sono state chiarite; l’acqua e’ stata fatta esaminare da vari laboratori specializzati  ma ancora non e’ stato chiarita l’origine del problema…

Tutt’altro riscontro ha avuto la mostra sulla Biodiversita’ Salentina. Infatti questa idea ha avuto un’enorme successo, e possiamo dire senza ombra di dubbio che e’ stato lo stand che ha avuto la maggiore attenzione da parte dei visitatori. La mostra sulla fauna e flora del Salento e’ stata organizzata e gestita da un gruppo di studenti universitari in collaborazione con la Stazione di Biologia Marina di Porto Cesareo e il Museo di Storia Naturale di Calimera (LE). Insieme agli studenti ha collaborato all’allestimento il biologo marino e noto acuariofilo Dr. Francesco Denitto .

La mostra salentina era suddivisa in 2 sezioni: la prima, realizzata interamente dagli studenti universitari, era rappresentato l’ambiente acquatico salentino con  acquari di acqua salmastra , dolce e marina, la seconda, realizzata da Piero Carlino per il Museo di Storia Naturale di Calimera,  trattava in maggioranza le specie nostrane di anfibi, rettili e artropodi acquatici:

 

 

 

 

 

La mostra dei pesci pagliaccio organizzata interamente dai soci GAS e’ stata per SalentoAcquari la prima mostra dedicata esclusivamente ad un pesce marino. Come si sa i pesci marini sono molto piu’ esigenti dei consimili d’acqua dolce e pertanto non si prestano molto bene a mostre ed esposizioni.  Nonostante cio’, i soci GAS sono riusciti a realizzare questo evento molto singolare senza aver registrato alcuna perdita tra le numerose specie di pagliaccetti presenti in mostra. Naturalmente quelli che si soffermavano di più ad ammirarli erano i bambini avendo l’occasione di poter vedere un vero “NEMO” in… carne ed ossa.

Oltre a queste 2 mostre .. nella mostra non sono mancati i tantissimi e bellissimi acquari allestiti nei vari stand delle tante ditte che hanno partecipato all’evento. C’erano acquari per tutti i gusti, passando dal marino tropicale ai caratteristici biotopi d’acqua dolce; c’era addirittura un acquario dedicato ai laghi e fiumi australiani. Quest’ultimo era una vera rarità per una mostra di acquari. Ecco alcune foto degli acquari  presenti nella sala:

1 2

You must be logged in to post a comment Login