REPORTAGE  – Incontro GAS 18 Settembre Cooperativa EZEN

REPORTAGE  – Incontro GAS 18 Settembre Cooperativa EZEN

Domenica 18 Settembre la nostra associazione con alcuni amici è ripartita con le attività associative dopo la pausa estiva organizzando una visita guidata presso EZEN: cooperativa sociale agricola e giardino acquatico.

Particolare di questa azienda è la coltivazione in acquaponica: tecnica di produzione agronomica “fuori suolo” di solito integrata all’acquacoltura ma in questo caso, all’allevamento di koi in un ambiente rilassante arredato in stile orientale.

Un impianto pressoché unico nella nostra zona che ci ha molto incuriositi. Sono pochi gli esempi in agricoltura con l’allevamento integrato di pesci per la produzione di colture orticole come poco documentati sono i sistemi fai nei laghetti domestici e nei pond.

Anche il mercato acquariofilo indoor spesso acquari progettati in tal senso ma la richiesta di mercato e la diffusione di questi sistemi sembrano ancora lontani dall’avere una certa rilevanza acquariofila.

La cascata decorativa a monte dell’impianto
Christian l’ideatore, progettista direttore tecnico che ci illustra il particolare sistema “a terrazze” che compone l’intera vasca di produzione.
Da notare lo sviluppo esteso delle piante di zucca

La serra che abbiamo visitato è composta di una grande vasca di 350 mc d’acqua divisa in sei settori con una pendenza del 3% in totale. Le da monte a valle hanno diversa profondità, ciò favorisce un trasporto omogeneo di nutrienti in tutto l’impianto e una vita “comoda” per i pesci che hanno esigenze di vita diversa. Vasche più profonde per le koi e più piccole e piantumate per pesci rossi e gambusie.

Alcune delle 130 Koi che abitano l’ampio sistema acquatico
Gambusia affinis
Pesci rossi che nuotano in

Come nei laghetti e nei pond ( dedicate alle koi)  è essenziale che la qualità dell’acqua sia monitorata costantemente, il controllo dei parametri chimico-fisici e l’attenta osservazione di una vita sana dei tanti pesci che ci vivono è infatti molto importante non solo per la normale condizione vitale dei pesci ma anche per la produttività agricola stessa.  Sono infatti le 130 koi, attualmente di 20-30 cm e i numerosi pesci rossi e gambusie, che coabitano la grande vasca e che con i loro scarti alimentano i vari sistemi di coltivazione esterni ed interni, per la produzione di ortaggi come zucche, pomodori, menta acquatica, ed altri prodotti che abbiamo anche avuto il piacere di assaporare in una degustazione compresa nel costo del biglietto d’ingresso.

A seguire una piccola galleria di foto che ne descrivono il luogo.

Ancora grazie ai proprietari Cristian ed Erika per la cortesia, l’entusiasmo e la voglia di fare con l’augurio che l’attività, creata dal nulla circa un anno e mezzo fa, possa raggiungere tutti gli obbiettivi desiderati.

Print Friendly, PDF & Email

Alessandro80

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.